Punti di ristoro

Punti di ristoro è un’immersione in uno stato percettivo profondo in cui i corpi possano essere lasciati liberi di vivere nell'istante, di abbandonarsi, in una condizione di fragilità e apertura. Vibranti, sensibili, materiali.

Un passaggio attraverso diversi stati che cambiano il battito cardiaco, il respiro, la tensione muscolare, l’adrenalina, verso un desiderio di estasi: nel corpo, tra i corpi, nelle situazioni, nelle relazioni.

Progetto, coreografia: Stefania Tansini

Danza: Miriam Cinieri, Stefania Tansini

Luci: Matteo Crespi

Progetto sonoro: Claudio Tortorici, Giovanni Magaglio

 

produzione indipendente

si ringrazia SUPERBUDDA Torino

2020

durata 35' minuti

ALTRO:

“Interessante coreografia di Stefania Tansini anche ottima interprete con Miria Cinieri: con Punti di ristoro dà prova di una cifra compositiva intrigante e potente.”

Andrea Porcheddu, Gli Stati Generali