Nata nel 1991, a Ponte dell’Olio (Pc).

Dopo gli studi di ginnastica artistica e di danza classica, nel 2014 si diploma come danzatrice presso la Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi, sotto la direzione didattica di Marinella Guatterini. Di fondamentale importanza sono gli incontri con Enzo Cosimi, Dominique Dupuy, Cesc Gelabert, Jonah Bokaer, Maria Consagra.

Nel 2014 prende parte allo spettacolo di Dario Fo e Franca Rame Storia di Q e inizia a lavorare come danzatrice in tutte le produzioni di Simona Bertozzi: Animali senza favola (2014), Prometeo: Contemplazione (2015), Prometeo: il Dono (2015), Prometeo: Astronomia (2016), And It Burns Burns Burns (spettacolo finalista del Premio UBU Danza 2017) e nell’assolo Flow On River (2018).

Nel 2016 inizia a lavorare con Luca Veggetti per gli spettacoli Non essere, una tentazione (2017), Quarto personaggio (2018), L'inferno dello sguardo (2019), Infinito Nero (2021).

Si confronta con alcune esperienze di video-danza (Interferenze cortometraggio, L'isola sbagliata film, Piano Social, video musicale) e nel 2017 viene chiamata da Romeo Castellucci per prendere parte alla nuova produzione Democracy in America e nel 2018 al Flauto Magico, opera lirica con la regia di Castellucci e le coreografie di Cindy Van Acker.

Nel 2020 grazie al progetto Crisol collabora con il coreografo Jayachandram Palazhy e i danzatori indiani dell'Attakkalari Centre for Movement Arts.

Nel 2020 inizia a lavorare con i Motus, nella produzione Tutto Brucia e nel solo Of the nightingale I envy the fate.

Nel 2022 prende parte alla performance Body Farm di Silvia Rampelli. 

Ha lavorato con Ariella Vidach in Temporaneo Tempobeat (2016), Emanuela Tagliavia, in Hopper Variations (2014) e Combustioni (2015), con Mette Sterre nella performance curata da Robert Wilson Structurealist (2015), e con Aristide Rontini per TalithaKumi (2021).

Altri incontri fondamentali: Roberta Mosca, Yasmine Hugonnet, Raffaella Giordano, Michalis Theophanous, Cristina Rizzo, Nanou, Jan Fabre.

Nel 2021 è invitata a partecipare all'incontro 'Cellule d’Essai' per giovani coreografi europei, alla Maison de la Danse di Lione, per “per meditare sulla natura del lavoro del danzatore e sui suoi processi”.

Da sempre è stata accompagnata dalla necessità e dal desiderio di un percorso autoriale di ricerca sul corpo e sul movimento.

PREMI E RICONOSCIMENTI

Premio rete e critica 2021 per La grazia del terribile

Membro del CID International Dance Council dal 2021

Vincitrice del bando DNAappunti coreografici 2020 per My Body solo

Vincitrice del bando Toscana Terra accogliente 2020 per My Body trio

Premio miglior interprete Bando Experimenta 2019 per La grazia del terribile

PROGETTI

La pratica sul corpo e il suo percorso personale la accompagnano nella creazione dei suoi progetti coreografici, performativi e visivi, e nella collaborazione con e per altri artisti.

L'ombelico dei limbi 2023

My Body trio_2022

My Body solo_2021

Punti di ristoro_2020

La grazia del terribile_2019

Questione di vita o di morte_2018 progetto coreografico-installativo

Rimani_2018 installazione

Linea Umana_2017 performance museale

 

COLLABORAZIONI

Stupid Girls_2019-2021, performance installativa video sonora, con il fotografo e videomaker Luca Del Pia

Di ramo in ramo_2022, performance site specific, con la scrittrice Simona Vinci, per l'Orto Botanico di Padova

Dove finisce il volo_2021, spettacolo con il compositore Paolo Aralla e il musicologo Guido Barbieri

Interno notte _2020, performance per spazi casalinghi e per un pubblico ristretto, con Paolo Aralla

Due Madri_2018, video commissionato da Paul Amlhen con Luca Del Pia

Utera_2019, spettacolo sonoro-visivo con sensori biodinamici con Secret Theatre Ensamble e Tempo Reale 

7Wonders_2019, spettacolo con il percussionista Davide Bussoleni 

Corpo Sottile_2017, spettacolo con la regista Anna Zanetti

INSEGNAMENTO E WORKSHOP

2022 workshop nell'ambito del festival FOG, Milano

2021 ospite del workshop di fotografia per la scena, al corso universitario magistrale di Teatro e Arti Performative IUAV, Venezia, tenuto da Luca Del Pia

2020: workshop per il corso professionale di danza contemporanea Scuola Paolo Grassi, Milano, come assistente alla coreografia di Simona Bertozzi

2019: workshop a Workroom, Fabbrica del Vapore, Spazio Fattoria Vittadini, Milano

L’obiettivo delle lezioni e dei workshop proposti è quello di sperimentare su altri corpi il training e la pratica del corpo che sta alla base della mia ricerca creativa.

Uno scambio reciproco tra le mie proposte e la risposta dei partecipanti, alla ricerca di un punto d’incontro.

stefania 8963-6.jpg
photo by Luca Del Pia, 2019

Born in 1991, in Ponte dell'Olio (Pc).

After studying artistic gymnastics and ballet, in 2014 she graduated as a dancer at the Scuola D'Arte Drammatica Paolo Grassi, under the didactic direction of Marinella Guatterini. Of fundamental importance are the meetings with Enzo Cosimi, Dominique Dupuy, Cesc Gelabert, Jonah Bokaer, Maria Consagra.

In 2014 she takes part in Dario Fo and Franca Rame's show Storia di Q and starts working as a dancer in all Simona Bertozzi's productions: Animali senza favola (2014), Prometeo: Contemplazione (2015), Prometeo: il Dono (2015), Prometeo: Astronomia (2016), And It Burns Burns Burns (finalist show of the 2017 UBU Danza Prize) and in the solo Flow On River (2018).

In 2016 she starts working with Luca Veggetti for the shows Non essere, una tentazione (2017), Quarto personaggio (2018), L'inferno dello sguardo (2019), Infinito Nero (2021).

She is confronted with some video-dance experiences (Interferenze short film, L'isola sbagliata film, Piano Social music video) and in 2017 she is called by Romeo Castellucci to take part in the new production Democracy in America and in 2018 in Flauto Magico, opera directed by Castellucci and choreographed by Cindy Van Acker.

In 2020, thanks to the Crisol project, she collaborates with choreographer Jayachandram Palazhy and the Indian dancers of the Attakkalari Centre for Movement Arts.

In 2020 she starts working with Motus, in the production Tutto Brucia and in the solo Of the nightingale I envy the fate.

In 2022 she takes part in the performance Body Farm by Silvia Rampelli. 

She has worked with Ariella Vidach in Temporaneo Tempobeat (2016), with Emanuela Tagliavia in Hopper Variations (2014) and Combustioni (2015), with Mette Sterre in the performance curated by Robert Wilson Structurealist (2015) and with Aristide Rontini for TalithaKumi (2021).

Other key encounters: Roberta Mosca, Yasmine Hugonnet, Raffaella Giordano, Michalis Theophanous, Cristina Rizzo, Nanou, Jan Fabre.

In 2021 she was invited to participate in the 'Cellule d'Essai' meeting for young European choreographers, at the Maison de la Danse in Lyon, "to meditate on the nature of the dancer's work and its processes".

She has always been accompanied by the need and desire for an authorial path of research on the body and on movement.

PRIZES AND AWARDS

Network and critics award 2021 for La grazia del terribile

Member of the CID International Dance Council since 2021

Winner of the competition DNAappunti coreografici 2020 for My Body solo

Winner of the competition Toscana Terra accogliente 2020 for My Body trio

Best performer award Experimenta 2019 for La grazia del terribile

PROJECTS

The practice on the body and her personal journey accompany her in the creation of her choreographic, performative and visual projects, and in the collaboration with and for other artists.

L'ombelico dei limbi_2023

My Body trio_2022

My Body solo_2021

Punti di ristoro (Rest points)_2020

La grazia del terribile (The grace of the terrible)_2019

Questione di vita o di morte (Question of life or death)_2018 choreographic-installation project

Rimani (Stay)_2018 installation

Linea umana (Human line)_2017 museum performance

 

COLLABORATIONS

Stupid Girls_2019-2021, video-sound installation performance, with photographer and videomaker Luca Del Pia

Di ramo in ramo_2022, performance site specific, with writer Simona Vinci, for Orto Botanico di Padova

Dove finisce il volo (Where the fligths ends)_2021, performance with the composer Paolo Aralla and the musicologist Guido Barbieri

Interno Notte (Inside night) _2020, performance for home spaces and a limited audience, with Paolo Aralla

Due Madri (Two mothers)_2018, video commissioned by Paul Amlhen with Luca Del Pia

Utera_2019, sound-visual performance with biodynamic sensors with Secret Theatre Ensamble and Tempo Reale 

7Wonders_2019, performance with percussionist Davide Bussoleni 

Corpo Sottile (Tiny body)_2017, performance with the director Anna Zanetti

 

TEACHING AND WORKSHOPS

2022 workshop within the festival FOG, Milan

2021 guest artist at the workshop on photography for the stage, at the master's degree course in Theatre and Performing Arts IUAV, Venice, held by Luca Del Pia

2020: workshop for the professional course of contemporary dance Scuola Paolo Grassi, Milan, as assistant to the choreography of Simona Bertozzi

2019: workshop at Workroom, Fabbrica del Vapore, Spazio Fattoria Vittadini, Milan

 

The aim of the lessons and workshops offered is to experiment on other bodies the training and practice of the body that is the basis of my creative research.

A mutual exchange between my proposals and the response of the participants, in search of a meeting point.