My Body in solo
My Body in solo - 1 - foto di Luca Del Pia.JPG

Progetto, coreografia, danza: Stefania Tansini

Luci: Matteo Crespi

Suono: Claudio Tortorici

prodotto da

Nanou Associazione Culturale

Management e distribuzione Domenico Garofalo

con il sostegno di

L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino,

Teatro Petrella di Longiano

DNA appunti coreografici 2020 sostenuto dal Centro Nazionale di produzione Firenze - Compagnia Virgilio Sieni, Operaestate Festival/CSC Centro per la scena contemporanea del Comune di Bassano del Grappa, L’arboreto - Teatro Dimora, Fondazione Romaeuropa, Gender Bender Festival di Bologna e Triennale

Milano Teatro

foto e video Luca Del Pia

durata 40 minuti

 

Tre luci che sottolineano la profondità di uno spazio metà nero e metà oro.

Un suono che accoglie l’ingresso del pubblico.

La voce e il corpo di Stefania Tansini, che ha intrapreso un percorso di messa a nudo della propria esistenza attraverso il movimento, e spingere l’espressione individuale verso l'incontro con l'altro nel modo più essenziale e autentico possibile. Un’esperienza solistica che va a toccare, in modo visibile e sensibile, territori collettivi come il respiro e il corpo.

Un incontro diretto e intimo tra se stessa e chi la osserva e la ascolta. 

 

"Poiché l'individuo non è solo un essere singolo e separato, ma per la sua stessa esistenza presuppone una relazione collettiva, se ne deduce che il processo di individuazione deve portare a relazioni collettive più intense e più ampie e non all'isolamento". 

Carl Jung 

 

ALTRO:

My Body, in solo  - VINCITORE DI DNA appunti coreografici 2020

'il parere della giuria  DNA è concorde nel sostenere la ricerca di Stefania Tansini, per la genuina investigazione del lavoro corporeo percepita nel suo progetto MY BODY, per il linguaggio rigoroso e la costruzione sonora.

Nella forma degli appunti coreografici proposti intravediamo nel suo lavoro, maggiori spiragli di possibili aperture e sviluppo di un linguaggio personale e proprio. Il nostro invito caloroso è quello di approfondire la sua ricerca in questa direzione.'

DNA appunti coreografici 2020

[…] La "prova aperta" dell'assolo di Stefania Tansini è, nel suo non essere ancora del tutto compiuto, un lavoro che convince pienamente: una ricerca sul limite corporeo della danza, ma allo stesso tempo un'importante "monologo" di contaminazione in cui la voce (bello l'urlo "My space"), piedi battuti a terra e gli schiaffi delle mani sulle gambe "scrivono" sonorità ben levigate e propedeutiche al messaggio che vuole trasmettere alla platea.

SAN MARTINO FIXING, Alessandro Carli

Qui l’articolo completo:

https://it.geosnews.com/p/sm/visto-per-voi-al-teatro-petrella-di-longiano-my-body-di-stefania-tansini_31381358