COLLABORAZIONI

Progetto: Stefania Tansini, Paolo Aralla

Coreografia e danza: Stefania Tansini

Progetto sonoro: Paolo Aralla

A cura di: Claudia Cocchi

Promosso da: GlocalHouse Bologna

In collaborazione con: Fondazione G.Cocchi

2020

durata 30' minuti  

Interno notte

Una performance che parte da una riflessione sulla ‘casa’, di un luogo nel quale il corpo è a proprio agio e ha la possibilità di rilasciare le proprie barriere, di aprire e condividere il proprio mondo intimo profondo.

Una performance che esplora questa condizione fisica e ambientale, per poi traslarla, disintegrare le relazioni abituali e affermarsi in inediti rapporti.

 

La tranquillità di un tempo e di un luogo casalingo permette di osservare da vicino i dettagli di un corpo che si espone, amplificato da suoni organici che seguono il ritmo naturale del corpo e l’intensità del movimento.

Un’atmosfera rarefatta, calda e accogliente, che assottiglia la distanza tra pubblico e performance.

Utera

“Un utero c’è sempre, in noi 

un ragionevole utero”

                Carlo Emilio Gadda

Immersione sono-visiva per ensemble elettroacustico, performer con sensori biodinamici, video live set e voci spazializzate.

Composizione: Gabriele Marangoni

Direttore: Dario Garegnani

Responsabile progetto installativo: Micol Riva

Live electronics e sviluppo tecnologico: Tempo Reale

Regia del suono in cuffia e tecnica binaurale: Enrico Mangione

Organizzazione e assistente di produzione: iulia Soravia

Performer: Stefania Tansini

Una produzione SECRET THEATER ENSEMBLE 2019

 

durata 90’ minuti

7Wonders

 

Progetto ispirato alle sette meraviglie del Mondo.

Un dialogo tra musica e danza: atmosfere arcaiche, sonorità elettroniche e movimenti rituali accompagnano lo spettatore in un viaggio intimo e personale.

Progetto, percussioni: Davide Bussoleni

Danza: Stefania Tansini

 

durata 60' minuti

Stefania Tansini

Video, montaggio: Luca Del Pia

Musica: Paul Amlehn

2018

durata 13' minuti

Ma Mère, Ma Mère, Ma Mère

Una concomitanza temporale di una presenza in un paesaggio, una relazione di ‘situazione’, un continuum tra azione danzata e luogo circostante in un attento presente. Un dialogo sottile, non forzato né scontato, tra un gesto pulito e cristallino e un paesaggio impuro, reale, organico.

 

Il corpo appare come il punto d’incontro sempre mobile tra il fuori e il dentro, tra la legge atmosferica del vento e la legge viscerale del desiderio di scivolare nel presente, di spostarsi da un luogo ad un altro, in un movimento tanto organicamente sovrano, tanto necessario e fatale, quanto transitorio.

Un corpo che ‘sta’. In un atteggiamento umano, ma in una prospettiva performativa.

Un’eroina impersonale, che intensifica la sua presenza in una postura pietrificata, in un gesto immobile. Che dilata la durata temporale del movimento e che rende il semplice passo una danza.

Un corpo che intensifica, nella banalità del gesto quotidiano, l’attualità della sua espressione motoria.

Con Luca del Pia è tutt'ora in corso un lavoro di ricerca che prova a delineare delle possibilità di rapporto tra corpo e video, in differenti luoghi, situazioni, tempistiche.

In che modo una presenza in un ambiente può agire, può vivere ed essere vissuta tramite il linguaggio video? In che modo i due linguaggi (video e corpo) si influenzano reciprocamente e interagiscono?

Corpo sottile

"Questa pièce è la mia preghiera, il mio tentativo di analizzare i meccanismi che ci imprigionano per poter essere di nuovo libere. […] Questa pièce esprime la mia speranza, il mio desiderio, che sapremo resistere alla nostra trasformazione in tante Barbie e alla perdita della nostra singolarità."

Eve Ensler

La sfida di Corpo sottile è proprio la stessa di Eve Ensler: cercare di andare dentro noi stesse, per dire a tutti che non abbiamo paura. Che quello che più temiamo è la morte dell'immaginazione, dell'originalità, della passione.

Anna Zanetti

Progetto, parole: Anna Zanetti

Musica: Alberto Zanini

Danza: Stefania Tansini

2017

durata 40' minuti

INSEGNAMENTO E WORKSHOP

L’obiettivo delle lezioni e dei workshop proposti è quello di sperimentare su altri corpi il training e la pratica del corpo che sta alla base della mia ricerca creativa.

Uno scambio reciproco tra le mie proposte e le risposte che si possono ottenere, alla ricerca di un punto d’incontro sempre nuovo.

2020: Workshop al teatro Pim Off, Milano

2019: Workshop a Workroom, Fabbrica del Vapore, Spazio Fattoria Vittadini.

2016 - 2020: Lezioni di danza contemporanea alla scuola di danza ‘Borgo Insigne’ di San Colombano al Lambro (Mi).

 

Corona-Events

Collaborazione come danzatrice, trampoliera e coreografa.